Questo sito utilizza i cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Navigando su questo sito inoltre vengono scritti e/o letti sul tuo browser anche cookies gestiti da altri siti. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

IN ARRIVO IL NUOVO MODELLO RLI

IN ARRIVO IL NUOVO MODELLO RLI

Con il Provvedimento del 15.06.2017,  l'Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello RLI necessario per completare sia la registrazione dei contratti di locazione sia per gli adempimenti successivi.

Il nuovo modello è obbligatorio a partire dal prossimo 19 settembre 2017.

 

Il modello, oltre al frontespizio che contiene l'informativa sul trattamento dei dati personali di cui all'articolo 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, è composto da diversi punti:

 

Nel primo punto troveremo i dati utili alla registrazione del contratto (quali la tipologia del contratto, la data di stipula e la durata della locazione), la sezione dedicata agli adempimenti successivi (tra i quali proroga, cessione, subentro e risoluzione), i dati del richiedente la registrazione e la sezione riservata alla presentazione in via telematica;

 

Nel secondo punto saranno indicati i dati dei locatori e dei conduttori;

 

Il terzo punto riguarderà i dati degli immobili principali e delle relative pertinenze;

 

Il quarto punto riporterà le informazioni relative al regime della cedolare secca;

 

Il quinto punto indicherà i diversi canoni di locazione pattuiti nel contratto per le successive annualità.

 

Il modello RLI è utilizzato per richiedere la registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili ed eventuali proroghe, cessioni, subentro e risoluzioni con il calcolo delle relative imposte e di eventuali interessi e sanzioni, nonchè per la revoca della cedolare secca.

 

Il modello RLI è anche utilizzato per effettuare i seguenti adempimenti:

 

La comunicazione dei dati catastali; la registrazione dei contratti di affitto dei terreni; le denunce relative ai contratti di locazione non registrati, ai contratti di locazione con canone superiore a quello registrato o ai comodati fittizi;  registrazione dei contratti di locazione con previsione di canoni differenti per le diverse annualità; registrazione dei contratti di locazione a tempo indeterminato; ravvedimento operoso; gestione della comunicazione della risoluzione o proroga tardiva in caso di cedolare secca; registrazione dei contratti di locazione di pertinenze concesse con atto separato rispetto all'immobile principale.

 

FONTE: lentepubblica.it